QuattroMoriNews.it

spot_img
spot_img

QuattroMoriNews.it

Chi siamo   Pubblicità

spot_img
spot_img

Sant’Efisio torna a casa: il lungo viaggio da Pula a Cagliari

spot_imgspot_img

Stasera si chiude il lungo viaggio di Sant’Efisio e Cagliari si prepara a riaccogliere il Martire Guerriero che liberò la città dalla peste. Il simulacro dell’amato Santo farà ritorno nella sua chiesetta di Stampace nella tarda serata di oggi (tassativamente entro mezzanotte, perché possa consentire di sciogliere per il 367° anno il voto), circondato dall’affetto dei fedeli.
Nel suo “cocchio di campagna” il simulacro ripercorrerà a ritroso il percorso: da Pula farà tappa a Villa San Pietro per poi proseguire alla volta di Sarroch, dove avverrà il suggestivo passaggio sotto il ponte della Saras e la caratteristica pioggia di petali di fiori con la quale i dipendenti omaggeranno Sant’Efisio.
Dopo una sosta a Villa d’Orri, il cammino giungerà nuovamente a Villa Ballero, luogo in cui Sant’Efisio indosserà gli abiti di gala e gli ori votivi e salirà nuovamente sul cocchio “di città”.

1500 devoti in abito tradizionale e 120 cavalieri accoglieranno “su protettori poderosu” alle porte di Cagliari per accompagnarlo fino alla sua chiesa, dove avverrà la proclamazione dello scioglimento del voto da parte del Presidente dell’Arciconfraternita del Gonfalone di Sant’Efisio Martire, che si concluderà con l’augurio in lingua sarda Atrus annus e la pronta rispostaDeus bollara“. L’Alter Nos si recherà poi dal Sindaco di Cagliari per comunicare che il voto è sciolto anche quest’anno.

Dopo lo scioglimento del voto in onore di Sant’Efisio, la chiesa di Stampace dedicata al martire guerriero resterà aperta al pubblico fino al 25 maggio, giorno di chiusura delle celebrazioni.
I devoti potranno visitare la Chiesa di Sant’Efisio tutti i giorni dalle 10:00 alle 13:00 e dalle 16:00 alle 18:00.

(Video di Alberto Malizia)

spot_img


Leggi anche

Articoli recenti