QuattroMoriNews.it

spot_img
spot_img

QuattroMoriNews.it

Chi siamo   Pubblicità

spot_img
spot_img

Claudio Ranieri: “Prendiamo coscienza del livello della Serie A e lavoriamo per crescere”

Sconfitta interna per i rossoblù, che cedono 2-0 all’Inter alla Domus, con i gol di Dumfries e Lautaro Martinez.
Da rilevare al 72’ Luvumbo che con una grande giocata dribbla in area e va a terra, ma il rigore non viene ravvisato da Fabbri.
Il Cagliari spinge per tutto il finale ma non sfonda, Luvumbo mette in apprensione la difesa interista ma non arriva il guizzo giusto per riaprirla.

“Il primo tempo è stato nettamente nelle mani dell’Inter – ha ammesso Ranieri.
Abbiamo fatto un po’ di confusione, troppa.
Nella ripresa l’Inter ha controllato e noi ci abbiamo provato, però va bene prendere coscienza del livello della Serie A e lavorare per crescere.
Non posso rimproverare nulla ai miei, ho cercato di aiutarli come potevo, ma oggi di fronte avevamo una squadra molto forte“.

“Questo gruppo ha grande carattere e senso di appartenenza – ha aggiunto il mister.
Questo è quello che chiedo sempre io, possiamo perdere ma mai lasciare qualcosa di intentato.
Al pubblico piace questa squadra perché gioca sempre dando tutta se stessa, possiamo uscire battuti ma non sconfitti moralmente.
Dobbiamo migliorare ma la mentalità è quella giusta.
Abbiamo messo in conto che il nostro inizio sarà molto difficile, le prime otto partite saranno tremende.
In questo periodo conta molto quanto si riuscirà ad assorbire i carichi di lavoro dell’estate e la preparazione generale, chi ci riesce meglio fa punti subito e sicuramente parte con maggiore fiducia”.

Oggi giocavamo contro l’Inter che gioca bene e vince, ha qualità e decisione – ha continuato.
Nell’intervallo ho detto ai ragazzi di rimanere in fiducia, stare compatti, sono stati diligenti e qualcosa abbiamo fatto sopperendo alla loro grande qualità.
Ora pensiamo alla salvezza. Quindi lavoriamo in tal senso giorno dopo giorno”.

Su Luvumbo, partito all’assalto dell’Inter senza paura.
Zito si farà, sta migliorando tanto – ha commentato Ranieri.
Deve conoscere ancora la Serie A, trovare più praticità e meno fronzoli, ma ha la testa giusta“.

Il ringraziamento ai tifosi.
“La nostra gente ci supporta sempre e anche oggi ha applaudito fino alla fine.
Loro sono la nostra spinta, continuiamo a lavorare anche per loro e per gioire tutti insieme”.

spot_img


Leggi anche

Articoli recenti