QuattroMoriNews.it

spot_img
spot_img

QuattroMoriNews.it

Chi siamo   Pubblicità

spot_img
spot_img

Claudio Ranieri: “Sfideremo squadre fortissime, studieremo su come fare gol a chicchessia”

Appuntamento con la vittoria rimandato. Pareggio senza gol per il Cagliari che chiude sullo 0-0 la partita casalinga contro l’Udinese.
A commentare la partita che ha consegnato ai rossoblù un punto, Claudio Ranieri che, nonostante la mancanza di gol, ha visto una crescita della sua squadra.

“Sono soddisfatto prima di tutto per la prestazione, ché è da dove si deve partire – ha commentato il mister.
Non abbiamo inquadrato la porta, che è la cosa più importante alla fine, c’era molto caldo, ma questo vale per entrambe le squadre.
Bravi noi ma bravo anche Radunovic a salvare tutto nel finale.
Avevamo inserito alcuni debuttanti, stiamo crescendo, sono soddisfatto per moltissime cose viste oggi”.

“È un punto importante, ma conta soprattutto la prestazione.
Quando crei opportunità e manca solo il gol vuol dire che sei sulla strada giusta.
Complimenti ai ragazzi, bisogna anche sapersi accontentare, perché queste gare puoi anche rischiare di perderle alla fine.
Quando lotti su ogni pallone vuol dire che il gruppo ha la cifra giusta a livello morale prima che tecnico tattico”.  

Domenica prossima (ore 15) sfida in casa dell’Atalanta, a seguire Milan, Fiorentina, Roma.
“Sì, sfideremo squadre fortissime con grandi giocatori, ma noi pensiamo una gara alla volta.
Ogni settimana ragioneremo su come possiamo fare gol a chicchessia, senza fasciarci la testa, con grande rispetto e realismo.
Sappiamo quanto ci sia da soffrire e che possiamo perdere più gare di quante ne abbiamo perse in tutta la Serie B scorsa, come è ovvio che sia”. 

Sui singoli.
Lapadula sta lavorando tantissimo, è estremamente meticoloso e quindi è sicuramente avanti nel suo percorso di recupero, per il quale c’è bisogno di tempo.
Luvumbo è un diamante grezzo, per me ha grandi qualità e deve crescere, ha la capacità di creare scompiglio nell’avversario e opportunità per noi, a patto che impari a fare le scelte giuste.
Deiola? Alessandro sente la maglia più di tutti, da sardo, è un leader dentro e fuori dal campo, oggi ha avuto molte chance e purtroppo non è arrivato il suo gol“.

Mi è piaciuto anche come è entrato Shomurodov ha aggiunto Ranieri che ha poi spiegato: “Io e il direttore Bonato ci avevamo parlato perché serviva dare di più, chi gioca nel Cagliari deve sputare sangue e oggi si è visto l’atteggiamento giusto da parte sua.
Hatzidiakos si è inserito bene, ha lavorato poco con noi, è normale che debba migliorare, però oggi è entrato in campo al meglio e ci darà una grossa mano”.

Su Matteo Prati.
“Oggi Prati ha fatto bene, non lo avrei tolto ma mi ha chiesto il cambio.
Matteo sta crescendo, in settimana dopo la Nazionale ha fatto ottimi allenamenti e non potevo tenerlo fuori, ha risposto alla grande e deve continuare così“.
Conferme per Radunovic
“È bravo, mai avuto dubbi.
Ha risposto da grande portiere e da grande uomo, sapevo che mi avrebbe dimostrato di essersi messo l’errore di Bologna alle spalle”.

spot_img


Leggi anche

Articoli recenti