QuattroMoriNews.it

spot_img
spot_img

QuattroMoriNews.it

Chi siamo   Pubblicità

spot_img
spot_img

Il singolare racconto di Massimo Cellino: “Al Leeds cambiai l’allenatore anziché il divano”

Tanti sono gli aneddoti e le curiosità che ruotano attorno al mondo del calcio e tra i più particolari rientra senz’altro la vicenda, alquanto singolare, raccontata dall’ex presidente del Cagliari e attuale patron del Brescia, Massimo Cellino, nel corso di un’intervista al Daily Mail.

Cellino, ricordando il periodo in cui era il proprietario del Leeds United (nel 2014) ha raccontato:
“Per scaramanzia evito il colore viola.
Appena arrivato al Leeds, nel mio ufficio, c’era una divano viola e volevo sostituirlo… Il mio inglese era terribile, ero un disastro.
Così dissi di cambiarlo subito
: ‘Cambiate quel maledetto divano, non lo voglio più vedere‘.
Ma pronunciai ‘coach‘ (allenatore) invece di ‘couch‘ (divano) e così licenziarono l’allenatore dell’epoca, Brian McDermott.

“Quando uno del mio staff venne da me capii il guaioha aggiunto Cellino.
Chi allenerà la squadra domani?’
Ho detto: ‘Perché? Non abbiamo un allenatore?’

Lo hai licenziato‘.
‘Ho licenziato l’allenatore? ‘M***a!'”.

“Allo stadio c’erano 2mila persone che volevano uccidermi.
Mi hanno nascosto nello stadio e poi mi hanno portato fuori con una macchina della polizia che mi ha scortato fino a casa.
Mi hanno detto: ‘È meglio se domani non vai alla partita’.
Questa è la maledizione del colore viola!

Qualche giorno dopo – ha concluso Cellino – l’allenatore venne richiamato“.

spot_img


Leggi anche

Articoli recenti