QuattroMoriNews.it

spot_img
spot_img

QuattroMoriNews.it

Chi siamo   Pubblicità

spot_img
spot_img

Gianluca Lapadula: “Una vittoria di cuore, di voglia di non mollare mai”

Clamorosa la vittoria del Cagliari sul Sassuolo, battuto per 2-1 grazie ai gol di Gianluca Lapadula e del solito Leonardo Pavoletti.
Al 94Lapadula trova l’1-1 meritato, con l’Unipol Domus che spinge, come solo i tifosi rossoblù sanno fare.
Una spinta furente che porta Luvumbo al cross, Lapadula controlla col petto e di destro pareggia.
L’assalto finale è da brividi: rovesciata di Pavoletti, gol pazzesco e stadio che esplode, un’altra vittoria da parte di una squadra che ha il carattere del suo mister e non molla mai.

“Sono molto contento che questa rete sia arrivata oggi, davanti al nostro pubblico, e che abbia contribuito a farci vincere”, ha commentato Lapadula al termine della gara.
“È una grande soddisfazione per tutti, dedico questo gol alle mie tre bambine, Bianca, Regina e Sole”.

Non siamo partiti bene, loro invece sono andati subito forte.
Però dopo aver preso il gol abbiamo iniziato a fare la gara, sino ad arrivare ai minuti di recupero dove l’abbiamo vinta.
È una questione di cuore, carattere, voglia di non mollare mai.
Sono tre punti molto importanti, li abbiamo voluti fortemente, ce li siamo andati a prendere.
È arrivata una vittoria meritata, ci voleva.
Non è la prima volta che siamo capaci di imprese come questa, siamo un grandissimo gruppo, in campo e fuori. Sono orgoglioso di farne parte”.

L’INFORTUNIO AL NASO
Sto bene, anche se mi fa male il naso, credo proprio di essermelo di nuovo rotto.
Oggi non avevo la maschera perché già a Torino contro la Juventus avevo subito una frattura e quindi non riuscivo a indossarla, avrei dovuto farne un’altra ma non c’era tempo.
In settimana ne farò una nuova su misura”.

IL RAPPORTO CON MISTER RANIERI
“Quando si è fatto male al naso mi ha pregato di non toglierlo – ha raccontato al termine della gara mister Ranieri.
Mi abbraccia quando segna.
Gianluca è un ragazzo d’oro, un professionista esemplare, si allena tanto, anche troppo a volte, ma è un leader vero“.

Ho chiesto al Mister di non uscire dal campo nonostante il problema al naso – ha commentato Lapadula.
Sono contento di aver ripagato la sua fiducia.
L’abbraccio con lui?
Ho una grandissima stima per mister Ranieri, c’è un ottimo rapporto.
Non potrò mai dimenticare il suo primo giorno a Cagliari: mi chiamò nel suo ufficio, mi disse delle parole che per me furono molto importanti e da quel momento c’è stata la svolta. Lo ringrazio“.

“Dobbiamo raggiungere un obiettivo comune, la salvezza – ha aggiunto.
Quando un attaccante fa gol, gran merito è della squadra che gli permette di vivere in area di rigore.
Ringrazio tantissimo i miei compagni per mettermi nelle migliori condizioni di segnare”.

“Il Napoli? Tutte le gare sono difficili, da domani testa alla prossima“.

spot_img


Leggi anche

Articoli recenti