QuattroMoriNews.it

spot_img
spot_img

QuattroMoriNews.it

Chi siamo   Pubblicità

spot_img
spot_img

Claudio Ranieri: “Una sconfitta non ci deve buttare giù”

Il Cagliari esce sconfitto per 3-1 dallo Stirpe di Frosinone: dopo un primo tempo chiuso in vantaggio grazie al gol di Sulemana, i padroni di casa hanno ribaltato la partita grazie alle reti di Mazzitelli, Soule e Kaio Jorge.
Un ko pesante.

“Il Frosinone ha meritato” ha commentato Claudio Ranieri al termine della gara.
Ci è mancata la capacità di attaccare i loro spazi con giocatori che oggi non abbiamo a disposizione, come per esempio Luvumbo e Oristanio, anche se a me non piace mai parlare degli assenti.
Ci siamo abbassati e non siamo stati in grado di rallentare le loro azioni.
Peccato perché il primo tempo era stato buono”.

“Tutti hanno dato il massimo, non posso rimproverare nulla – ha aggiunto -, dispiace non essere riusciti a gestire la partita una volta in vantaggio, commettendo degli errori che poi paghiamo caro.
Abbiamo tanti giovani, vanno aiutati e supportati“.

“Siamo rimasti un po’ sulle posizioni senza riuscire ad andare a supporto del centravanti che teneva palla, i nostri centrocampisti di inserimento dovevano aiutarlo.
Non credo sia un problema fisico, perché sono giocatori di gamba, ma forse hanno pensato che non servisse andare ad aspettarli alti. Ci parlerò“.

“Ho detto ai ragazzi che a casa nostra sarebbe andata diversamente.
Questo è un dato di fatto, non riusciamo a vincere una partita fuori. Ma prima o poi ce la faremo.

All’Unipol Domus forse i ragazzi si sentono ancora più baldanzosi, protetti e sospinti.
Anche oggi i nostri tantissimi tifosi sono stati magnifici e ci dispiace moltissimo non avere regalato loro una gioia”.

Oggi non siamo felici, certamente.
Se avessimo vinto o pareggiato, magari senza prendere gol come era un nostro obiettivo, sarebbe stato diverso. Sappiamo che dovremo lottare fino all’ultimo secondo dell’ultima partita.
La vittoria non ci avrebbe montato la testa, e non ci deve buttare giù una sconfitta“.

Andiamo avanti pensando al Torino venerdì sera: i granata sono una grande squadra, ci sarà da soffrire e lottare come sempre, perché Juric dà grande intensità, dovremo farci trovare pronti.
Siamo tutti lì, chi molla viene risucchiato.
Noi non vogliamo mollare, saremo in corsa fino alla fine.
Alleno ragazzi volenterosi, bravi, che hanno fame e si allenano nel modo giusto, e parlo di tutti: i più giovani – italiani e non – come i più esperti, è un piacere lavorare con uomini di questo spessore”.

Mercato? Siamo tra quei Club che possono operare poco per salvaguardare indice di liquidità e stabilità economica.
Non è un problema perché ho un gruppo valido e non mi fanno mancare nulla, per operare in entrata occorre prima liberare qualcosa, andiamo avanti con fiducia e serenità ha dichiarato il mister.

spot_img


Leggi anche

Articoli recenti