QuattroMoriNews.it

spot_img
spot_img

QuattroMoriNews.it

Chi siamo   Pubblicità

spot_img
spot_img

Addio a Gigi Riva. Il figlio Nicola: “Se n’è andato come voleva lui”

Questo pomeriggio 30mila persone si sono assiepate fuori dalla Basilica di Nostra Signora di Bonaria a Cagliari per dare l’ultimo commosso saluto al nostro grande campione Gigi Riva.
Sul sagrato applausi, bandiere, sciarpe rossoblù e tante lacrime del suo popolo, hanno accompagnato Rombo di Tuono nel suo ultimo viaggio.

Tra i presenti i rossoblù capitanati da Mister Claudio Ranieri, il presidente del Cagliari Tommaso Giulini, il Ministro dello Sport Andrea Abodi, il presidente del Coni Giovanni Malagò, il presidente della Figc Gabriele Gravina, Gianfranco Zola, il ct della Nazionale Luciano Spalletti, Gianluigi Buffon e una delegazione dell’Italia campione del mondo del 2006, tra cui Fabio Cannavaro.

Al termine della cerimonia funebre, il figlio di Gigi Riva, Nicola, ha preso la parola per un commovente intervento in cui ha ringraziato le numerosissime persone che hanno amato e protetto il padre.
Persone alle quali lui e il fratello Mauro hanno stretto le mani e ricevuto le condoglianze in camera ardente, ma che per il dolore che provavano “quasi ci sentivamo di doverle fare noi a loro” ha spiegato.

“Il ringraziamento più grande voglio rivolgerlo a tutti coloro che sono rimasti in coda davanti alla camera ardente, al freddo, anche fino alle 11 di notte – ha detto Nicola Riva.
Mio fratello e io abbiamo cercato di stringere la mano a tutti quelli che potevamo.
Ci dicevano: ‘È stato un grande uomo‘, e non solo un grande calciatore.
Quasi mi veniva di fare io le condoglianze a loro…
È andato via non solo un padre per noi, ma una persona che era come un familiare per tanti sardi che gli volevano bene.
Era la sua gente, quella che gli ha dato una famiglia, che lui non aveva quando è venuto qua a 18 anni“.

“Negli ultimi anni papà si era chiuso in casa, usciva poco – ha aggiunto Nicola Riva
Non andava più nel suo ristorante, non andava in giro. Era uno che faceva sempre le stesse cose.
Egoisticamente noi eravamo felici perché ce lo siamo goduti come padre e come nonno con le nostre figlie. 
Spero con tutto il cuore che ora papà possa rivedere la sua mamma, la persona che ha amato di più nella vita. 
Se n’è andato come voleva lui, perché non lo convinceva nessuno, era hombre vertical sino alla fine e anche lunedì ha deciso lui cosa voleva fare ha concluso Nicola Riva tra gli applausi.

spot_img


Leggi anche

Articoli recenti