QuattroMoriNews.it

spot_img
spot_img

QuattroMoriNews.it

Chi siamo   Pubblicità

spot_img
spot_img

L’aurora boreale in Sardegna

spot_imgspot_img
spot_imgspot_img

Nella notte di ieri, la Sardegna è stata sorpresa da uno spettacolo unico nel suo genere.
L’aurora boreale, di solito avvistata nei cieli artici, ha illuminato i cieli dell’Isola ha catturato l’attenzione degli appassionati che hanno assistito a questo evento straordinario.

“La tempesta geomagnetica più forte degli ultimi 21 anni” ha spiegato il meteorologo Matteo Tidili.
“Questa notte alle 00:54 l’indice Kp, che misura le perturbazioni del campo magnetico terrestre, ha raggiunto il livello massimo di 9, segnalando una tempesta geomagnetica estrema di grado G5, un evento che non si verificava dal novembre 2003.
Fenomeni aurorali sono stati visibili in tutta Europa, con avvistamenti eccezionali fino alla Sicilia e alle Canarie. Questo evento è stato causato da una serie di espulsioni di massa coronale (CME) dalla regione solare AR 3664, che hanno colpito la Terra dalle 19:20 di ieri”.

In molti hanno immortalato lo spettacolo con fotografie e video, condividendo sui social l’emozione di questo raro avvenimento che ha colorato il cielo notturno con meravigliose sfumature viola.
Un evento che rimarrà impresso nella memoria di chiunque abbia assistito a questo spettacolo celeste unico.

L’aurora boreale, conosciuta anche come “luci del nord”, è causata dall’interazione tra le particelle cariche provenienti dal Sole e il campo magnetico della Terra.
Durante le tempeste geomagnetiche, queste particelle cariche vengono canalizzate verso i poli terrestri, creando uno spettacolo celeste mozzafiato.

spot_img


Leggi anche

Articoli recenti