QuattroMoriNews.it

spot_img
spot_img

QuattroMoriNews.it

Chi siamo   Pubblicità

spot_img
spot_img

In attesa del Modena. Ranieri: “Il mercato? Soddisfatto, preferisco lavorare con gli uomini che ho”

spot_imgspot_img

L’allenatore rossoblù, Claudio Ranieri, in vista dell’attesa sfida contro il Modena (venerdì ore 20.30), ha presentato la partita nel corso della consueta conferenza stampa.

“Il Modena è un avversario difficile, una squadra dinamica con i gol di testa come caratteristica principale. Perdono pochi palloni nella propria metà campo. Il loro inizio sarà forte perché vogliono portare dalla propria parte il pubblico”. Il mister rossoblù chiede ai suoi di non abbassare la guardia: “Siamo avvisati e dovremo farci trovare pronti.
“Dobbiamo invertire la tendenza fuori casa – ha aggiunto. Contro il Cittadella abbiamo mostrato voglia di lottare ma è mancata precisione per fare gol. Andremo con lo stesso spirito su un campo difficile”.

Conta costruire. “La nostra realtà la stiamo costruendo con giocatori che vogliono lottare, non siamo interessati a chi non ha queste intenzioni. Questi ragazzi anche in allenamento danno sempre tutto. Qualcuno non è voluto venire da noi? Alzo le mani e vado avanti con grande serenità e forte del valore dei miei calciatori. È stato un mercato difficile, ma sono comunque soddisfatto. Volevamo giocatori pronti a venire qui in Sardegna per lottare. Preferisco lavorare con gli uomini che ho“.

In merito alle scelte. Nessuno gioca grazie al curriculum, nella mia carriera da giocatore e da allenatore ho apprezzato maggiormente chi giocando poco si è poi fatto trovare sempre pronto, perché vuol dire avere un grande senso di etica professionale. Voglio che tutti mi mettano in difficoltà”.
“Non ho un modulo fisso, stiamo cercando di migliorare la difesa poi verrà il seguito. Nelle squadre di calcio prima si fanno le fondamenta. Non vogliamo subire gol, questa è la principale certezza”.

Sulla spinosa questione nuovo stadio. “Capisco le problematiche che possono esserci per la costruzione di uno stadio. Mi auguro però che il presidente Solinas voglia essere l’artefice di un qualcosa che potrebbe essere ricordato in futuro. Qualcosa che darebbe orgoglio all’Isola e non solo. Non possiamo perdere questo treno e spero che si vada avanti nell’interesse di tutti”.

spot_img


Leggi anche

Articoli recenti