QuattroMoriNews.it

spot_img
spot_img

QuattroMoriNews.it

Chi siamo   Pubblicità

spot_img
spot_img

Bari-Cagliari tutto esaurito, i bagarini fanno affari d’oro. Il club avvisa: “Si rischia di non entrare”

spot_imgspot_img
spot_imgspot_img

Così come i tifosi del Cagliari, anche quelli del Bari si sono mobilitati per garantirsi un biglietto per l’attesissimo match di ritorno della finale playoff, in calendario al San Nicola domenica 11 giugno (ore 20.30).
Il presidente del Bari ha già comunicato che l’impianto ha già raggiunto il tutto esaurito (capienza massima 60.275 persone) ma si ferma la corsa ad accaparrarsi i tanto ambiti tagliandi per l’evento da non perdere.

Nonostante le lunghe attese nelle biglietterie sia fisiche che online, in tanti non sono riusciti ad assicurarsi un biglietto, e sui social hanno iniziato a diffondersi messaggi da parte di persone che offrono biglietti a prezzi gonfiati rispetto a quelli del botteghino.

A seguito delle numerose segnalazioni ricevute, il Bari si è attivato per mettere in guardia i suoi tifosi ricordando che sui biglietti per la finale di ritorno non è possibile il cambio nominativo.
L’avviso pubblicato dal Bari sui social:
“Invitiamo i tifosi che purtroppo non sono riusciti ad assicurarsi un biglietto per la finale a non acquistarli in secondary ticketing, privatamente o su altre piattaforme di vendita diverse da Ticketone a prezzi di costo o, peggio, maggiorati.
Per i biglietti non è prevista in alcun modo la possibilità di effettuare il cambio nominativo, quindi non fidatevi di chi vi dice che è possibile farlo.
Inoltre visto il numero elevato di spettatori previsti, domenica 11 giugno saranno aumentati i controlli al prefiltraggio. Di conseguenza chi acquista i biglietti da privati o in secondary ticketing corre il rischio non solo di spendere cifre fuori misura, ma anche di non poter accedere al San Nicola e di dover pagare una multa salata (così come previsto anche per il vero titolare del biglietto).

spot_img


Leggi anche

Articoli recenti