QuattroMoriNews.it

spot_img
spot_img

QuattroMoriNews.it

Chi siamo   Pubblicità

spot_img
spot_img

Ranieri in conferenza: “Sappiamo della forza e dell’ardore della Juve, andiamo là preparati”

In vista di Juventus-Cagliari, Claudio Ranieri ha presentato in conferenza stampa la sfida in casa dei bianconeri.
L’obiettivo dei rossoblù è quello di continuare la striscia positiva che dura da tre partite.
“La classifica è difficile tuttora e non abbiamo fatto nulla, ma noi cerchiamo di dare sempre il massimo in allenamento e quella è la nostra vitamina, l’importante è giocarsela sempre, uscire dal campo avendo dato tutto.
Ho visto i ragazzi lavorare molto bene, non hanno mai abbandonato la strada della determinazione
Siamo partiti con un calendario complesso, adesso un piccolo viottolo è stato tracciato, cerchiamo di farlo diventare una strada e poi un’autostrada“.

“Sappiamo che è una partita proibitiva, sappiamo della forza e dell’ardore della Juventus, subisce pochissimi gol, ma noi andiamo là preparati“.
“Che allenatore è Allegri? È un grande allenatore che è pratico, vuole vincere per cui studia bene gli avversari e alla fine ha ragione perché ha vinto tanto. Gli faccio i complimenti.
Il mio bilancio alla Juventus credo sia stato positivo, ho preso una squadra che veniva dalla Serie B, il primo anno siamo arrivati terzi, il secondo anno siamo arrivati secondi. Non avevo i dodici/tredici campioni che c’erano nei due anni precedenti, per cui per me sono stati due anni positivi.
Qualche rimpianto per come si è chiuso il rapporto con la Juventus? No. Sono stato mandato via, ma non è la verità. La verità la scriverò io quando avrò smesso di allenare.

Ringrazio sempre chi mi ha portato alla Juventus, grande società, grande tifoseria, grande in tutto”.

“Con le grandi una partita dobbiamo cercare di vincerla. Con grande rispetto – ha aggiunto Ranieriperché la Juventus è una serissima candidata alla vittoria finale.
Come si affronta? Mettendo in campo la loro stessa determinazione, sono aggressivi mentalmente, sanno quello che devono fare, ripartono a mille all’ora, si richiudono velocemente per stare nel loro fortino
.
Con noi cercheranno di fare gol subito per poi gestire la partita. Lo sappiamo, siamo preparati.
Sulla carta siamo condannati, noi siamo una delle peggiori difese, loro una delle migliori, il pronostico è tutto a loro favore, però c’è sempre una partita da giocare“.

La conferenza integrale

I complimenti a Nicolas Viola.
Oggi si è laureato, è un ragazzo di una tenacia e caparbietà notevole, tutto quello che ha ottenuto lo ha conquistato seminando giorno dopo giorno per se stesso e per la squadra”. 

spot_img


Leggi anche

Articoli recenti