QuattroMoriNews.it

spot_img
spot_img

QuattroMoriNews.it

Chi siamo   Pubblicità

spot_img
spot_img

Nereo Bonato: “Mercato? Cambiare tanto per cambiare, non serve a nulla”

spot_imgspot_img
spot_imgspot_img

Ad un anno dal suo arrivo a Cagliari, il direttore sportivo Nereo Bonato ha rilasciato una lunga intervista al quotidiano L’Unione Sarda, in cui ha tracciato un primo bilancio della sua esperienza in rossoblù e ha parlato degli obiettivi futuri.

“La scossa che siamo riusciti a dare da dicembre 2022 in poi ha prodotto quello che avete visto, quel gruppo che faticava si è poi rivelato vincente e vi assicuro che non era assolutamente scontato che si andasse a lottare per la promozione.
L’esperienza dei playoff è stata speciale dal punto di vista tecnico, ambientale e umano, ho registrato un’unità di intenti con tutta la Sardegna e quella forza resterà un ricordo indelebile per tutta la vita” ha commentato Bonato.

Stiamo scrivendo un nuovo capitolo: la Serie A per una matricola come noi è complicata ma lo sapevamo.
C’è un gruppo di giovani che deve fare esperienza, ci sono elementi che devono recuperare.
Ci vogliono pazienza, convinzione e resilienza, stiamo cercando di uscirne.
Tutti hanno capito che ci sarà da soffrire per raggiungere la salvezza, ne sono consapevoli, ma abbiamo la convinzione che con l’unione delle forze raggiungere l’obiettivo è possibile“.

IL RINGRAZIAMENTO AI TIFOSI
“Abbiamo avuto un calendario complesso e ci abbiamo sbattuto la faccia.
Sberle pesanti, anche sotto il profilo psicologico.
E qui devo dire grazie ai tifosi perché hanno capito il nostro momento complesso.
Sono stati importanti lo scorso campionato, oggi sono un’arma in più.
Quello che ho visto dopo il ko con la Roma, con lo stadio che ci applaudiva, è indimenticabile“.

SUL MERCATO DI GENNAIO
“La società ha fatto degli sforzi importanti per costruire questa rosa – ha sottolineato -, con l’obiettivo di raggiungere la salvezza.
Noi abbiamo tutti giocatori di proprietà tranne tre su di cui abbiamo comunque il diritto di riscatto – pochissimi hanno fatto la nostra scelta.
E abbiamo la sensazione di avere potenzialità inespresse, che potranno darci tanto da qui in avanti.
Dobbiamo capire, a gennaio, cambiare tanto per cambiare, non serve a nulla“.

spot_img


Leggi anche

Articoli recenti