QuattroMoriNews.it

spot_img
spot_img

QuattroMoriNews.it

Chi siamo   Pubblicità

spot_img
spot_img

Claudio Ranieri: “Andiamo a giocarci un pezzetto di Serie A”

In vista della sfida contro il Lecce in calendario sabato 6 gennaio, Claudio Ranieri ha incontrato i media nella consueta conferenza stampa pre gara.
Si torna, inevitabilmente, sulla deludente gara di San Siro.

“Mi sono sentito tradito? No. Mi è dispiaciuto per il modo in cui ci siamo disuniti dopo il gol subito a Milano. Avevamo iniziato bene, giocandocela, abbiamo avuto delle buone occasioni per passare in vantaggio.
Poi, però, ci siamo come ‘depressi‘, non siamo riusciti a reagire ai nostri errori, ci siamo come sciolti al sole, non deve succedere.
Non mi è piaciuto e i ragazzi lo sanno: non parlo di impegno, di corsa, quella c’è stata.
Ma la sola corsa da sola non basta: bisogna applicare la tattica, se non stai compatto contro calciatori che hanno delle qualità poi si rischia la figura che abbiamo fatto noi. C’è modo e modo di perdere“.

Ora non dobbiamo pensare alla delusione.
Dobbiamo essere positivi, non sarà un campionato facile e lo sapevamo ha ripetuto il mister.

Contro il Lecce indisponibili Pavoletti, Prati, Jankto, Lapadula e Shomurodov, oltre a Luvumbo impegnato con la sua nazionale in Coppa d’Africa. 
È un Cagliari in emergenza, soprattutto in attacco. 
“Questa è la situazione e ce la teniamo” ha commentato Ranieri, che ha aggiunto:
Dossena, Augello e Nandez si sono allenati con la squadra.
È il momento di Oristanio? È un gran giocatore, che ha dato sempre tutto: determinato e caparbio, mi piace tanto questo di lui”.

Radunovic? Come volete che stia, povero ragazzo. Da titolare, ha sbagliato all’inizio del campionato e l’altra sera non ha fatto benissimo, non starà bene.
Ci parlerò perché per me è un giocatore importante”.

“Contro l’Empoli abbiamo fatto una battaglia, come quella che faremo a Lecce, ne sono sicuro.
Ci giochiamo un pezzetto di Serie A, è una partita molto importante anche se non decisiva.
Il Lecce è una squadra molto aggressiva, se l’Empoli è la prima squadra per falli commessi nella metà campo avversaria, il Lecce è la seconda.
Proverà a batterci per tenerci dietro ma noi daremo tutto“.

Inevitabile un accenno al mercato.
Prima di poter fare mercato bisogna vendere.
In che reparto interverrei? Altra domanda, grazie” ha scherzato Ranieri.
L’appello ai tifosi.
Abbiamo delle difficoltà, i tifosi devono capirlo e starci vicino, dobbiamo restare tutti compatti, solo così possiamo restare in serie A. Noi lotteremo fino alla fine“.

La conferenza stampa integrale

spot_img


Leggi anche

Articoli recenti