QuattroMoriNews.it

spot_img
spot_img

QuattroMoriNews.it

Chi siamo   Pubblicità

spot_img
spot_img

LA CELEBRAZIONE DI MISTER RANIERI DOPO LA GARA

spot_imgspot_img
spot_imgspot_img

Dopo la sconfitta amara per 2-3 in casa contro la Fiorentina, giro di campo e “pasillo de honor” per Mister Claudio Ranieri, che ha salutato il Cagliari e le esperienze a livello di Club.
La squadra, dopo il giro di campo e l’abbraccio dello stadio con dedica a Gigi Riva, si è schierata insieme a tutto lo staff tecnico e sanitario, insieme alla dirigenza, per accogliere Claudio Ranieri.

Capitan Leonardo Pavoletti prende la parola:
Grazie per essere ancora qui, in questa serata per niente scontata, dopo un anno difficile e sofferto.
Questa serata è importante perché dobbiamo presentare un grande uomo.
Voglio solo dire grazie a tutti voi perché avete dimostrato nei momenti difficili che Cagliari viene prima di tutto e noi questa cosa ce la siamo portata sempre dentro e ci abbiamo messo sempre cuore e sudore.
Che è quello che ci avete sempre chiesto.
Ci avete spinto e soffiato verso la salvezza.
Poi voglio dire grazie a tutti coloro che lavorano nel Cagliari, senza di loro non saremo mai riusciti a centrare l’obiettivo.
Ma ora è giusto celebrare il nostro leader, il nostro comandante: Claudio Ranieri”.

Dopo il video celebrativo del mister, è stato il presidente Tommaso Giulini a omaggiare Ranieri:
“Non voglio parlare di ciò che ha fatto il mister a Cagliari. Lo sapete tutti.
Vorrei concentrarmi su cosa ci lascia: garbo, lealtà, determinazione e coraggio, i valori più belli dello sport.
Grazie Claudio!”.

Le parole del Mister
Grazie per tutto ciò che mi avete regalato e mi state regalando, per ciò che mi avete sempre regalato in questi anni.
Voi avete salvato questa squadra, questa impresa l’abbiamo fatta insieme.
Solo con la nostra gente potevamo risalire subito in Serie A e poi salvarci in questa annata così sofferta e difficile.
Devo dire ‘bravo’ a tutti i sardi.
Voglio dirvi una cosa importante: anche senza di me dovete stare sempre vicini alla squadra.
I ragazzi potranno sbagliare ma se voi sarete alle loro spalle, state certi che non molleranno mai.
Questo spogliatoio pensa sempre all’Isola e alle difficoltà attuali della Sardegna.
A tutti i sacrifici fatti per andare in trasferta e seguire il Cagliari.
E vi assicuro che questa è la spinta migliore che un tifo può dare ai suoi colori.
Vi ringrazio di cuore e non lo farò mai abbastanza”.

spot_img


Leggi anche

Articoli recenti