QuattroMoriNews.it

spot_img
spot_img

QuattroMoriNews.it

Chi siamo   Pubblicità

spot_img
spot_img

L’ex rossoblù Bellini: “Sono anni che non si vede più il bel calcio a Cagliari”

spot_imgspot_img

Il Cagliari soffre ma riesce ad agguantare la vittoria per 3-2 contro un Perugia fanalino di coda in classifica, che ha però dato del filo da torcere ai rossoblù. A parlare del momento delicato vissuto dal Cagliari, l’ex ala destra rossoblù Pino Bellini, oggi 65enne, nel corso di un’intervista alla Nuova Sardegna.

Contro il Perugia il Cagliari ha giocato bene sino al gol del 2-0, poi le distrazioni difensive hanno rovinato tutto – ha commentato Bellini. Purtroppo non è la prima volta che questo succede, il Cagliari ha perso un sacco di punti in questo modo. Stavolta però, per fortuna, la squadra alla fine è riuscita a ottenere ugualmente la vittoria”.

Il Cagliari può ancora sperare

“Sarebbe bastato non sbagliare i rigori a Ferrara e Terni per avere altri due punti ed essere al 6° posto. Tutto ciò dimostra che il campionato è equilibrato e che il Cagliari può ancora sperare con una serie di vittorie di rimettersi in corsa per davvero per la promozione“.

Anni che non si vede più il bel calcio a Cagliari

La vittoria ottenuta sul Perugia, ultimo in classifica, non è bastata a spegnere il malcontento dei tifosi, che hanno contestato squadra, allenatore e presidente. Proteste ritenute eccessive da Leonardo Pavoletti, che ha rimproverato i tifosi per il poco sostegno, nonostante la vittoria portata a casa.

“Andare sul 2-0 e poi farsi raggiungere dall’ultima in classifica credo abbia indispettito parecchio i tifosi – ha commentato Bellini. È normale, anche perché sono anni che non si vede più il bel calcio a Cagliari e che per tre stagioni consecutive si è lottato per non retrocedere in B. Quest’anno si aspettava evidentemente altro, ma ancora la squadra non ha convinto“.

Serve rinforzare la difesa

“Intanto serve che la squadra venga rinforzata in difesa. Ripeto, nella stagione sono stati commessi troppi errori di ingenuità. Questo è dovuto principalmente alla giovane età dei giocatori utilizzati nella retroguardia. Ecco, credo che con un paio di giocatori esperti da acquistare nella sessione invernale del mercato e da mettere dietro, probabilmente le cose migliorerebbero e di molto. A centrocampo ci sono buoni giocatori, e se dovessero essere recuperati a tempo pieno anche Rog e Mancosu, le cose potrebbero migliorare parecchio. Davanti Lapadula e Pavoletti i gol li fanno e Luvumbo sembra avere buone prospettive. Ma occorre cambiare registro, fare meno errori e lottare con il coltello fra i denti. In B servono meno fronzoli e più concretezza”.

spot_img


Leggi anche

Articoli recenti