QuattroMoriNews.it

spot_img
spot_img

QuattroMoriNews.it

Chi siamo   Pubblicità

spot_img
spot_img

Il ds Nereo Bonato: “Rinnovo Nandez fra i primi temi da affrontare”

spot_imgspot_img
spot_imgspot_img

Il direttore sportivo del Cagliari, Nereo Bonato, ospite della trasmissione Il Cagliari in diretta ha ripercorso la spettacolare stagione dei rossoblù culminata con la promozione in Serie A e ha parlato dell’allestimento della squadra in vista del prossimo campionato.
La svolta con Claudio Ranieri. “La decisione di cambiare fu presa a Palermo – ha ricordato Bonato -, a tre settimane dal mio arrivo a Cagliari. Bisognava prendere una decisione importante come quella di cambiare guida tecnica.
Ci siamo trovati a ragionare su chi fosse l’uomo giusto. Mister Ranieri era l’uomo giusto al momento e nel posto più opportuni.
Ranieri voleva tornare in Sardegna, bravo lui a fare un passo verso di noi e bravo il presidente che ha optato per un investimento molto importante.
Per fortuna del Cagliari e di tutti noi quella trattativa si è concretizzata avviando un cammino difficile ed entusiasmante“.

“Con l’arrivo di Ranieri abbiamo ragionato alla luce dei tanti infortuni che per molte settimane hanno pesato – ha aggiunto il ds rossoblù. Abbiamo cercato di dare serenità al gruppo, sapendo che magari non tutti i risultati potevano arrivare subito.
In tal senso il mister è stato decisivo nel far capire come servissero lavoro, cuore, calma, fiducia quotidiana in quello che si stava facendo. E alla fine quella pazienza ha premiato, la stessa che abbiamo avuto fino all’ultimo secondo a Bari, dove l’avversario ha accusato un pizzico di tensione a un passo dal traguardo.
Molte volte l’episodio è decisivo, crederci è fondamentale e solo così puoi essere premiato”.

“I playoff vissuti a Cagliari sono stati qualcosa di clamoroso che sinceramente non avevo mai vissuto altrove, nonostante di spareggi, playoff e campionati ne abbia giocati e vinti – ha osservato Bonato.
Ci siamo meritati tutto quello che è arrivato per quanto abbiamo lavorato da inizio 2023.
Da quando sono arrivato l’obiettivo è sempre stato quello di programmare.
Ci eravamo dati un anno e mezzo per tornare in Serie A, ci siamo riusciti in anticipo e adesso bisogna lavorare andando a conciliare competitività tecnica e sostenibilità economica“.

Verso la sessione di calciomercato. Riflettori puntati su Nandez e il rinnovo. “Sarà uno dei temi, se non il primo, da considerare. Sappiamo il suo valore, c’è la volontà di trovare un accordo per un prolungamento.
Nessun volo pindarico, la Serie A va affrontata con umiltà e convinzione di poter fare bene e costruire qualcosa che resti“. 
Marin torna dall’Empoli, che ha riscattato Walukiewicz. In merito a Bellanova.Stiamo parlando con l’Inter per capire, si può andare oltre la scadenza di domani e poi trovare un accordo strada facendo. I rapporti con l’Inter sono solidi, non è detto che la data di domani sia vincolata. C’è l’interesse economico e poi anche quello di qualche contropartita tecnica“.

Su possibili cessioni. “Sappiamo che qualche ragazzo è chiacchierato, per il rendimento sotto gli occhi di tutti. Per lasciar partire i nostri pezzi pregiati dovrà arrivare una proposta indecente.
Nel caso, la valuteremo, altrimenti cercheremo di puntellare la rosa con i profili giusti per la categoria.
Poi qualche sacrificio da fare ci sarà, anche se sul piano umano darà fastidio, però sarà necessario perché i campionati sono totalmente diversi”.

spot_img


Leggi anche

Articoli recenti