QuattroMoriNews.it

spot_img
spot_img

QuattroMoriNews.it

Chi siamo   Pubblicità

spot_img
spot_img

Ranieri in conferenza: “La squadra va a mille all’ora. Continuiamo così ma cerchiamo di non prendere gol”

Ultima partita dell’anno per i rossoblù, che sabato sfideranno l’Empoli all’Unipol Domus.
Un’occasione importante, quella con la penultima squadra in classifica, per tirare fuori la testa dall’acqua.
Una partita delicatissima per noi come per l’Empoli” ha commentato Claudio Ranieri nel corso della consueta conferenza stampa pre gara.
“È una partita veramente importante, giochiamo in casa e dobbiamo saper sfruttare il nostro stadio, con i nostri tifosi che ci soffieranno dietro”.
“Le insidie? L’Empoli pressa molto, corre molto, è la squadra che ha fatto più falli, quella che ha fatto più falli nella metà campo avversaria. Lo sappiamo, lo sanno gli arbitri, lo sanno tutti. Andremo preparati“.

Sugli errori fatti a Verona.
“Se andiamo ad analizzare la gara, l’errore è stato l’espulsione.
Dopo, è stato un tutt’uno: espulsione, punizione, gol”.
Avremmo dovuto far gol in quel primo tempo in cui abbiamo creato tantissimo e non abbiamo raccolto nulla.
Ma cosa fatta capo ha, dobbiamo guardare al futuro.

Ci sarà da soffrire ma continuando così sono certo che riusciremo a cambiare anche il trend negativo”.
Al termine della gara ero rabbuiato per l’occasione persa – ha aggiunto Ranieri.
Avevamo la partita in mano e l’espulsione ha fatto cambiare totalmente l’inerzia della gara.
Quando crei tanto e non fai gol sei arrabbiato. Perdi un uomo, prendi un gol… ero nero, non rabbuiato” ha precisato il mister.

Grande accoglienza dei tifosi, nonostante il periodo sottotono.
I tifosi hanno capito che abbiamo bisogno di loro – ha sottolineato il mister.
La squadra si allena bene, va a mille all’ora. Dobbiamo continuare su questa strada, ma cercando di non prendere gol“.

Prossimi impegni: Empoli, Coppa Italia e Lecce.
“Come ci si prepara? Ci si prepara allenandoci sempre, anche il primo dell’anno, questo è il nostro lavoro, se si può chiamare lavoro – ha precisato il mister.
Ci prepariamo, magari riusciamo ad andare avanti anche in Coppa Italia, sarebbe simpatico”
ha aggiunto Ranieri con un sorriso.

“Chi sta giocando meno, come Deiola, Petagna, Mancosu, è super motivato, così come tutti gli altri.
È un gruppo che non posso né sollecitare, né tantomeno rimproverare, perché sono veramente grandi professionisti e quello che è più importante è che sono attaccati alla maglia“.

Su Nandez.
“È un giocatore generosissimo, che da sempre tutto per il Cagliari, non è assolutissimamente in crisi, speriamo che riesca a far gol.
È concentrato su quello che deve fare, su questa salvezza e per me va benissimo così”.

Sul mercato.
“Ora penso solo all’Empoli, poi sicuramente la società tiene gli occhi aperti per vedere se c’è la possibilità di migliorare questa rosa.
Ma i ragazzi che ho sono tutti votati al sacrificio e a fare il meglio e il massimo“.

Su Luvumbo, in partenza ad inizio gennaio per la Coppa d’Africa.
“Lo perdiamo, è un peccato perché ci da sempre possibilità di cambiare il corso della partita.
È un nazionale, buon per lui, spero faccia bene e non si infortuni“.

La conferenza stampa integrale

spot_img


Leggi anche

Articoli recenti