QuattroMoriNews.it

spot_img
spot_img

QuattroMoriNews.it

Chi siamo   Pubblicità

spot_img
spot_img

Claudio Ranieri: “Abbiamo difetti che dobbiamo migliorare se vogliamo salvarci”

Non è bastato il cuore.
È finita con una dolorosa sconfitta la gara della Domus contro il Torino, in una serata in cui, ovunque, era presente Gigi Riva.
A commentare la sconfitta interna 2-1 contro i granata è mister Ranieri al termine della gara.

“Sicuramente i ragazzi erano provati, tutti lo eravamo, ma non deve essere una scusa.
Oggi nel primo tempo abbiamo subito tanto, alcuni sprazzi di reazione e poi il gol prima dell’intervallo ha pesato molto.
Nella ripresa la squadra ha provato con spirito, ha dato tutto, ma non siamo riusciti a trovare il gol del pareggio che forse avremmo meritato.
A volte siamo troppo frenetici e non siamo tranquilli, purtroppo abbiamo questi difetti che ancora non riusciamo a migliorare, dobbiamo farlo se vogliamo salvarci.
E poi in difesa facciamo troppi errori sciocchi, inspiegabili, che paghiamo cari”.

“Ai ragazzi ho detto che abbiamo sbagliato molto, reagendo così lotteremo fino alla fine, questa è la cosa più positiva.
I ragazzi hanno questo spirito, la voglia di lottare e non arrendersi mai, ce l’hanno dentro e solo così posso stimolarli e pungolarli.
Per questo devo abbracciarli uno a uno, in Serie A purtroppo al primo errore vieni punito severamente”.

“Dopo l’intervallo ho cambiato perché nel primo tempo avevamo sofferto, avevamo iniziato a specchio pensando all’andata dove avevamo fatto molto bene.
Con una punta in più accanto a Petagna e Viola da raccordo eravamo più pericolosi, peccato non avere sfruttato quelle palle in area, ma pesano gli errori sciocchi dai quali sono scaturite le due reti. 
Viola sta giocando tanto, quasi sempre, secondo me era giusto dargli un po’ di riposo, è entrato alla grande e ha giocato molto bene.
Le tre punte insieme? Lo puoi fare quando devi recuperare e sei in difficoltà”.

“Mi ha davvero toccato molto questa serata, piena di grandi emozioni, abbiamo dei tifosi d’oro, meravigliosi.
Gigi è una mancanza forte, ci sentivamo protetti anche se non lo vedevamo mai.
Ora siamo noi che dobbiamo onorarlo al meglio, non è un peso ma un piacere poterci ispirare a questa Leggenda.
I tifosi sono straordinari, hanno capito quanto abbiamo lottato, quanto combattiamo, con i nostri errori e difetti ma mai domi, e ce lo hanno riconosciuto.
Non ci abbandonano mai, dobbiamo lottare per loro“.

spot_img


Leggi anche

Articoli recenti