QuattroMoriNews.it

spot_img
spot_img

QuattroMoriNews.it

Chi siamo   Pubblicità

spot_img
spot_img

Claudio Ranieri: “Averla ripresa ci conferma che siamo vivi e lottiamo”

spot_imgspot_img
spot_imgspot_img

Il Cagliari esce dalla Domus con un solo punto in tasca, dopo il pareggio 1-1 contro l’Hellas Verona, una gara da tutto esaurito, nonostante la giornata di Pasquetta.

A commentare il pareggio, Mister Ranieri al termine della gara.
“È stato bravo il Verona con i suoi difensori a limitarci nel primo tempo, nella ripresa siamo venuti fuori facendo la partita che volevamo e creando di più” ha spiegato Ranieri, che ha poi aggiunto:

Non abbiamo approcciato bene la partita, per fortuna è stato bravo Scuffet.
Ho dovuto togliere un buon Shomurodov, secondo me tra i migliori in campo, perché mi mancava un uomo che facesse da collante tra i reparti per farci giocare come sappiamo giocare.
Nel secondo tempo siamo andati molto bene e sono contento per i tre giovani che sono subentrati bene e con voglia, Sulemana, Prati e Oristanio che hanno fatto bene, sono in crescita e ci hanno dato tanto”.

“Questo pareggio è molto positivo – ha continuato.
Il Verona è una signora squadra, aver risposto colpo su colpo mi ha fatto piacere.
Questo pareggio deve lasciarci positività, la prestazione mi soddisfa, avanti su questa strada.
Dobbiamo sempre provare a vincere, ma soprattutto quando stai perdendo e agli avversari annullano una rete è normale che pensi: se non riesco a vincere, meglio non perdere”.

Ero molto preoccupato alla vigilia di questa sfida – ha ammesso – perché conosco il Verona e la bravura di Baroni. Noi abbiamo sbagliato difensivamente solo sull’azione del gol e nella gestione di alcuni possessi palla, quando abbiamo invece concesso loro delle ripartenze”.

“Siamo stati bravi a non perdere quando non riesci a vincere, siamo stati salvati da Scuffet e dal fuorigioco, abbiamo avuto le nostre chances, il pareggio ci sta – ha dichiarato Claudio Ranieri.
Non bisogna mollare, non molla nessuno, sarà una battaglia sino all’ultimo istante.
Averla ripresa oggi non dico che ci dia entusiasmo ma ci conferma che siamo vivi e lottiamo.
Giochiamo, determinati, anche negli scontri più difficili e quasi impossibili sulla carta.
Oggi volevamo vincere, non ci siamo riusciti.
Onore all’avversario, ci proveremo contro le big come con tutte“.

“Siamo un po’ masochisti – ha aggiunto il Mister con un sorriso – nel dover aspettare lo schiaffo per reagire e cambiare volto.
In realtà non ho nulla da rimproverare ai miei perché hanno fatto tutto quello che ho chiesto loro”.

Stiamo bene, siamo in salute a livello fisico e mentale, sappiamo di affrontare tre big in fila, dovremo racimolare qualcosa”.

Rigore su Luvumbo?
Il metro degli arbitri è chiaro: per fischiare rigore serve un fallo importante, Luvumbo è andato a terra troppo presto, la stessa situazione a metà campo sarebbe stata probabilmente giudicata con punizione e ammonizione, così come hanno buttato fuori Makoumbou a Roma con la Lazio.
Ma per me Doveri ha arbitrato benissimo ha commentato il Mister.

Mister Ranieri ha poi aggiunto:
Pavoletti e Petagna non stanno bene purtroppo, stanno cercando di recuperare dai rispettivi infortuni, Petagna non è ancora a Cagliari e prosegue il recupero, il soleo è molto subdolo…
Ma ho a disposizione ragazzi molto motivati che mi danno ampia garanzia.
Gaetano non ha giocato perché avevo troppi giocatori non al meglio, tra infortuni e rientri dalle Nazionali, e non volevo inserire un altro uomo con un punto interrogativo, non me la sono sentita, addirittura fino a ieri era fuori dalle convocazioni.
Ho preferito mettere dentro Viola e non lui – ha spiegato.
Non ho voluto rischiare un infortunio ancora più importante.
Oristanio non poteva entrare prima, era tornato dalla Nazionale molto stanco, anche Nandez veniva da due gare con l’Uruguay, tutti stanno dando il 100% e sono molto contento di questo”.

spot_img


Leggi anche

Articoli recenti