QuattroMoriNews.it

spot_img
spot_img

QuattroMoriNews.it

Chi siamo   Pubblicità

spot_img
spot_img

Ranieri: “I ragazzi hanno voluto questa vittoria, dimostrando tenacia come chiedevano i tifosi”

spot_imgspot_img

Sotto di un gol alla fine di un deludente primo tempo, il Cagliari ribalta l’Ascoli nella ripresa e si porta a casa la vittoria con un risultato da applausi, 4-1, con doppietta di Lapadula, Mancosu e Zappa.
Al termine della gara, Claudio Ranieri ha commentato la travolgente ripresa dei rossoblù: “Hanno reagito da grandi uomini e calciatori. Abbiamo cambiato un po’ dopo la prima mezz’ora a specchio, giravamo a vuoto, loro trovavano spesso gli uomini avanzati, l’infortunio di Luvumbo mi ha portato a inserire Lella cambiando sistema di gioco e poi nella ripresa le cose sono andate meglio.
Decisivi sono stati la corsa, la voglia, l’animo di chi non molla anche davanti alle difficoltà. I ragazzi hanno voluto con tenacia questi tre punti, dimostrando gli attributi come chiedevano i tifosi”.

Inevitabile un accenno ai fischi arrivati dagli spalti sul finire del primo tempo, non graditi dal mister che ha fatto un ennesimo appello ai tifosi: “La squadra stava comunque correndo. C’è bisogno della gente che soffi alle nostre spalle, non che fischi e critichi appena le cose vanno male. Ai tifosi chiedo di starci vicino soprattutto nei momenti difficili, l’ho detto dal primo giorno, perché da solo non ce la faccio. Non mi è piaciuto qualche fischio, qualche coro, mi hanno fatto malissimo. Tutti vorremmo vincere sempre, ma non è possibile. Fischiassero a fine partita, sentirlo a fine primo tempo è brutto per chi gioca in casa“.

Adesso abbiamo nove finali – ha aggiunto Ranieri. Per il mio sogno, servono dieci vittorie, arrivare a 67-69 punti, forse possiamo pareggiarne una o due. Dobbiamo dare tutto, in ogni gara ma solo spingendo insieme nella stessa direzione potremo raggiungere gli obiettivi”.
Lapadula leader. “Ha detto ai compagni di giocare con l’anima, non potevamo permetterci di uscire così dal nostro stadio, è stato un trascinatore e quindi poi il risultato è arrivato con il merito di tutti.
I ragazzi sono stati eccezionali, possiamo parlare della qualità di Mancosu, che ha bisogno di tempo per ritrovare la condizione, ma dobbiamo parlare della grande prova di tutti i ragazzi: da Nandez a Lella, Makoumbou e Zappa fino a completare l’elenco di tutto il gruppo“.

spot_img


Leggi anche

Articoli recenti